Mentre/While

Alla rincarnazione in vita.

Una ragazza ed il suo fidanzato accompagnano una signora a visitare una casa al profumo di ginestre dove sotto un Ercole del ‘700 attende un uomo capace di raccontare storie sulle ville romane abitate da donne russe amanti di Giuseppe Verdi e dove sembra che tutte le sere appaia un fantasma ancora felice grazie ai tempi in cui nelle stanze affrescate si ballava si cantava si nutriva ogni colore ogni foglia ogni fiore anche la forza dell’argento che forma il ponticello guida verso il giardino pensile abitato dalle ortensie un po’ sospese ed un po’ invasore dello spazio delle lavande graziose di quella grazia che ci allontana da qualsiasi idea di tempo di linearità inutile raggiungendo la gioia che l’unione di profumo colore spazio suono offrono per trasportarci dietro la nostra lunga notte sessuale in cui siamo stati concepiti per piombare in questo luogo di parole uscite dalla bocca d’un sentimento che sa ben dire Pascal Quignard:
“Quando, nel silenzio della notte, si sonda il fondo del proprio cuore, si ha vergogna dell’indigenza delle immagini che ci siamo formati sulla gioia.
Io non ero qui la notte in cui sono stato concepito.
E’ difficile assistere al giorno che ci ha preceduti.
Un’immagine manca nell’anima.
Noi dipendiamo da una postura che ha avuto luogo in modo necessario ma che non si rivelerà mai ai nostri occhi. La si chiama “origine”. Noi la cerchiamo dietro tutto quello che vediamo. E chiamiamo questa mancanza, che si trascina nei giorni, “il destino”. Noi lo cerchiamo dietro tutto quello che viviamo”.

Tutto questo cercare trovare condividere odorare risuonare sorridere gioire succedeva mentre alcuni presidenti di nazioni genitrici di meraviglie davano parola alle miserie che qualche volta si nascondono anche sotto la cinghia o sopra le sopraciglia o tra i capezzoli.

Roma, segnata -anche- da passaggi gentili quanto nascosti, unici. 2011 – Maria A. Listur

While

To the reincarnation in life.

A girl and his boyfriend are accompanying a lady to visit a house with the scent of brooms where under an Hercules of the ‘700 a man is waiting he is able to tell stories about roman villas inhabited by Russian woman mistresses of Giuseppe Verdi and where it seems that every night there is a ghost still happy thanks to the time in which the rooms with frescos there where people dancing singing every color every leaf every flower was nourished even the strength of the silver that shapes the small bridge that guides towards the pensile garden inhabited by the hydrangeas a little bit suspended and a little bit invaders of the space of the gracious lavenders those kind of grace that takes us away from every idea of time of unnecessary linearity reaching the joy that the gathering of perfume color space and time offer to carry us behind our long sexual night in which we have been conceived to reach in this place of words escaped from the mouth of an emotion that Pascal Quignard can say very well:
“When, in the still of the night, the profoundness of our heart is being sound out, shame is felt towards the indigence of the images that we have formed about joy.
I wasn’t here the night I have been conceived.
It is difficult to witness that has preceded us.
An image is missing in the soul.
We depend upon a posture that has taken place in a necessary way but that will never unveil to our sights. It is called “origin”. We look for it behind all that we see. And we call this shortage, that goes on every day, “destiny”. We look for it behind all that we experience”.

All this looking for finding sharing smelling resounding smiling enjoying was happening while some presidents of nations genitors of wonders would give word to the miseries that sometimes hide even under the belt or over the eyebrows or between nipples.

Rome, marked -also- by gentle as well as hidden, unique passages. 2011 – Maria A. Listur

2 thoughts on “Mentre/While

  1. lucyray ha detto:

    è il primo racconto dei tuoi che leggo. mi piace. leggerò gli altri appena possibile. grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...