9 Luglio 2011/9 July 2011

Alla voce, ci sopravvive.

Giorno di festeggiamenti
in Argentina.
Compleanno di una donna italiana che
crea mosaici.
Le colombe che
solitamente si posano sulla mia finestra
sono state vinte dal caldo
assenza totale.
Ho trovato giusto oggi il colore perfetto
dipingo il legno del bagno.
L’essenza di rosa nel mio atelier
rinfresca le tinte.
Roma sembra di fuoco
tra luce e sapori.
Il cibo svedese mi sembra
un po’ dolce.
Scopro “La Nena”
di un cantante guatemalteco
ritorno all’infanzia.
Un uomo spera nelle mie carezze
non posso non voglio non so non.
Preparo dei gessi che
sembrano quadri
embrioni di gesti.
Bevo birra chiara
preferisco la rossa
la nera.
Suona il telefono
-Mamma.
-Hijo.
-E’ successo qualcosa che è meglio tu sappia da me…
-Cosa è successo?
-Hanno ucciso Facundo Cabral, in Guatemala.
-… Grazie per dirmelo …
-Stai tranquilla…
ogni colore ogni carezza
ogni suono ogni luce
ogni sapore
ogni
mi riporta ad un uomo che diceva:
“La vita non ti toglie niente,
ti solleva da quello che impedisce al tuo volo
di andare più in alto.”

Il pianto finisce
quando ricordo la frase
l’immaginario che
mi porta ai proiettili
s’ammutolisce
grazie al suo canto.

In un luogo del mondo che non ha territorio. 2011 – Maria A. Listur

 

To the voice, it outlives us.

It’ a day of celebration
in Argentina.
The birthday of a Italian woman
who creates mosaics.
The doves who
usually lay on my window
were beaten by the heat
total absence.
I have just discovered the perfect color
I am painting the wood of my bathroom.
The rose essence in my atelier
is refreshing the hues.
Rome seems of fire
between light and tastes.
The Swedish food seems
a little sweet.
I have discovered “La Nena
by a Guatemalan singer
it’s a going back to childhood.
A man hopes for my caresses
I can’t I don’t want I don’t know I don’t.
I am preparing plasters that
looks like paintings
embryos of gestures.
I drink lager beer.
I prefer bitter
brown.
The telephone rings
-Mom.
-Hijo.
-Something has happened that is better that you know it from me…
-What happened?
-They have murdered Facundo Cabral, in Guatemala.
-… Thank you for telling me …
-Stay calm…
every color every caress
every sound every light
every taste
every
it brings me back to a man who used to say:
“Life doesn’t take away anything
it lifts you from what it prevents your flight
to go higher.”
My cry ends
when I remind the sentence
the imaginary
that brings me to bullets
falls silent
thanks to his chant.

In a place of the world that has no territory. 2011 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...