“Se non puoi convincerli, confondili”/ “If you can’t convince them, confuse them”

Confucio

-La verità è che non ti piace.
-Stiamo parlando di bellezza?
-Stiamo parlando di donne.
-Allora spiegati.
-Non vorrei ridurre tutto a una questione di gusti.
-Allora, immaginiamo che le persone discendono da diverse famiglie d’animali, alcuni dalle scimmie, altri dagli uccelli, altri dai pesci, io per esempio, potrei appartenere alla famiglia degli uccelli.
-Mi sembri al limite della follia.
-Ho detto immaginiamo.
-Comunque mi stai facendo preoccupare, un pensiero del genere è folle!
-Puoi discernere tra pensiero ed evocazione visiva?
-Si tratta sempre della formazione d’un pensiero.
-Certo! Ma, i pensieri non hanno – tutti – la stessa origine.
-Stai parlando di articolazione di un’idea, quindi tutto è prodotto nella corteccia cerebrale.
-Sono d’accordo; e aggiungerei che, la materia prima messa a disposizione della corteccia viene da tutto il corpo.
-Quindi?
-Quindi, quando si articola un’immagine, si potrebbe provare a non farla rientrare immediatamente nella propria organizzazione della realtà, e prima di rifiutarla, cercare di sentire cosa di corporeo, provoca.
-Ma tu hai usato il linguaggio in un modo che ci ha allontanato dalla realtà, dal reale.
-Lo so! Lo so! Cercavo immagini fantastiche per parlare delle caratteristiche estetiche di una persona!
-Prendi altra via. Ti disturba la mia tendenza a farti toccare la realtà?
-No, non mi disturba la “tua” realtà. Rifletto sul poco utilizzo delle differenti vie di percezione al servizio della dilatazione dei linguaggi. Ripeto, stavo immaginando.
-Può darsi. Ora sii concreta!
-Va bene. Allora. Hai mai notato la somiglianza tra cane e padrone?
-Bene! Sì, quello è vero!
-Beh, quello che ho voluto sostenere è: se la signora che esce con te avesse dei cavalli, l’avrei chiamata “la tua Centaura”!.
-Ecco! Visto? Non ti piace!

Rennes, dove è più facile far tornare dee nascoste del velato sogno. 2012 – Maria A. Listur

 

 

“If you can’t convince them, confuse them”
Confucio

-Truth is you don’t like her.
-Are we talking about beauty?
-We are talking about women.
-Explain yourself then.
-I wouldn’t want to reduce everything to a question of taste.
-Well, let’s imagine that people descend from different kind of animals, some from monkeys, some from birds, some from fishes, I for example, could belong to the family of the birds.
-You seem on the verge of insanity.
-I said let’s imagine.
-Nevertheless you are making me worry, a thought of this kind it’s madness!
-Can you discriminate between thought and visual evocation?
-It’s about the formation of a thought anyway.
-Sure! But thoughts don’t have – all of them – the same origin.
-You are talking about the articulation of an idea; therefore everything is produced from the cerebral cortex.
-I agree; and I’d add that, the raw material made available for the cortex comes from the whole body.
-Hence?
-Hence, when an image is articulated, it could be tried not making it fall immediately into our own organization of reality, and before refusing it, trying to feel what of the body, provokes.
-But you have used the language in a way that has brought us away from reality, from the real.
-I know! I know! I was looking for fantastic images to talk about esthetical features of a person!
-Take another route. Does my tendency of making you come down to earth disturb you?
-No, “your” reality does not disturb me. It makes me think on how little it is used different ways of perception at the service of the dilation of languages. I repeat, I was imagining.
-Could be. Now be concrete!
-All right. Well. Have you ever notice the resemblance between a dog and his owner?
-Good! Yes, that is true!
-Well, what I wanted to assert is: if the lady that goes out with you would have horses, I would have called her “your Centauress”!.
-Here! See? You don’t like her!

Rennes, where it is easy to make come back hidden goddess from the veiled dream. 2012 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...