Festa delle Donne/Women’s Day

Un “Comitato d’emergenza Tradimento” si riunisce vicino a un camino. Il comitato è piccolo perché l’autore del tradimento è un uomo “famoso” di cui una donna cara e mia amica gli è moglie. Nessuno deve sapere: Regola della vergogna per il danno subito! Il Paradosso!
Siamo in tre, inclusa “la tradita” Si parla di valori che ho dimenticato o accettato… Trasformato? Certo è che non posso dire quanto non mi piaccia la parola “tradimento” e neanche “i ruoli”. La “Riunitrice del Comitato” parla, “la tradita” piange, io taccio.

Riunitrice: Bastardo! Animale! Degenerato!
Io: Ho portato una torta di limone. Tè o caffè?
Riunitrice e Tradita: Whisky!
Io: Cognac, champagne o vino rosso, non ho portato altro…
R & T: Cognac!
Riunitrice: (verso me) E non fare la cretina! Dì qualcosa!
Io: Non so cosa dire…
Riunitrice: Allora domanda!
Io: Potete smettere d’insultare un amico?
Riunitrice: No! Non vedi in quale stato si trova “sua moglie”?
Io: Sì, ma anche lui sarà dispiaciuto… (verso “la tradita”) Scusa, se riesci a smettere di piangere vorrei sapere cosa ha detto lui…
Riunitrice: Lasciala piangere… Te lo dico io! Ha detto che non ha potuto evitarlo… Che le ragioni del cuore sono più forti di quelle della società…
Io: Cosa c’entra l’impresa?
Riunitrice: La società non in quanto impresa ma in quanto…
Io: Ah Ah! Ho capito, continua, scusa…
Riunitrice: … E la cosa peggiore è che ha detto di essere stato colpito dal bene della libertà!
In questo momento, “la tradita”, incomincia a ululare per casa.
Servo un secondo cognac.
Io: Continua continua… Da quanto tempo stanno insieme?
Riunitrice: Due anni.
Io: Non capisco cosa vuole dire “colpo di libertà”.
Riunitrice: Che la persona con la quale sta vivendo questa storia d’amore, non ha problemi di condividere i sentimenti amorosi con la famiglia del tuo amico, né con altre relazioni estemporanee o di qualsiasi genere!

Io taccio ma, penso: “ … e ti pare poco!”

Riunitrice: Sei rimasta senza parole?
Io: No, no… Pensavo all’autonomia dell’amante. Alla libertà dalla gelosia… A dire il vero mi sento un po’ identificata con questa donna… La gelosia m’imbarazza un po’… E quindi …
Tradita: (Urlando) E chi ti ha detto che si tratta di una donna?!!!

E anche qui penso: “Meglio essere cornuta che vedova. Ci sono meno formalità.”, direbbe Alphonse Allais.

Mi lascio prendere da un silenzio assoluto della durata di: un fuoco lento, tre bicchieri di cognac, una torta di limone, e una risata posticipata fino al momento in cui si andrà oltre il senso di proprietà.

Orvieto, in peregrinaggio verso la Madonna della Libertà (Se non esiste… sarebbe ora.). 2013 – Maria A. Listur

 

Women’s Day

A “Betrayal Emergency Committee” is reuniting next to the fireplace. The committee is small the author of the betrayal is a “famous” man of whom a dear girl friend of mine is friend and is wife to. Nobody has to know: It’s the rule for the embarrassment of the received damage! The Paradox!
We are three, including the “betrayed”. We are talking about values that I have forgotten or accepted… Transformed? Sure thing is that I can’t say how much I don’t like the word “betrayal” and not even “the roles”. The “ Gatherer of the Committee” talks, the “betrayed” cries, I am silent.

Gatherer: Bastard! Animal! Degenerated!
Me: I have brought a lemon cake. Tea or coffee?
Gatherer and Betrayed: Whisky!
Me: Cognac, champagne or red wine, I haven’t brought anything else…
G & B: Cognac!
Gatherer: (towards me) And don’t play dumb! Say something!
Me: I don’t know what to say…
Gatherer: Then ask!
Me: Can you stop insulting a friend?
Gatherer: No! Can’t you see in what state “his wife” is?
Me: Yes, but he also is going to be regretful… (towards “the betrayed”) Sorry, if you manage to stop crying I’d like to know what he said…
Gatherer: Let her cry… I’ll tell you! He said he couldn’t avoid it… that the reasons of the heart are stronger than the society’s ones…
Me: What has the society got to do with this?
Gatherer: Society not as a company but as…
Me: Ah Ah! I got it, go on, sorry…
Gatherer: … And the worst thing he said is that he has been struck by the good of liberty!
In this moment, “the betrayed”, starts to howl around the house.
I serve a cognac.
Me: go on go on… How long have they been together?
Gatherer: Two years.
Me: I don’t understand what “struck by liberty” means.
Gatherer: that the person with whom this love story is happening, has neither problems in sharing love feelings with the family of your friend, nor with other extemporaneous relationships or of any other kind!

I am silent but, I think: “ … and isn’t that great!”

Gatherer: Are you out of words?
Me: No, no… I was thinking about the autonomy of the lover, about the freedom from jealousy… To be honest I feel a bit identified with this woman… Jealousy embarrasses me a little… So…
Betrayed: (Screaming) Who told you we are talking about a woman?!!!

And here I think again: “Better be cheated upon than be a widow. There are less formalities”, Alphonse Allais would say.

I let myself being grabbed by the absolute silence of the duration of: a fire, three glasses of cognac, a lemon pie, and a laugh postponed up to that moment in which we’ll go beyond the sense of propriety.

Orvieto, in pilgrimage towards the Madonna of Liberty (If it doesn’t exist… it would be about time). 2013 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...