Costellazioni/Constellations

1
Che voce orribile!
2
Non è vero…
3
Ha ragione,
sembriamo di un altro pianeta!
2
Avete una voce che racconta.
3
Certo! Racconta Urano!
1
Sempre molto leggero vero?
3
Non è una critica, è la verità,
si chiama consapevolezza!
2
Dietro quella voce c’è tutta la vostra vita, la scelta fatta,
le vostre affermazioni. L’infanzia.
1
Un’infanzia “al femminoide!”
2
Non esiste…
3
Allora anche tu affermi che non esistiamo?
2
Neanche per le femmine
esiste un’infanzia “al femminile”
3
… Voi donne!
Cosa sapete sia il resistere alla muta della voce?
2
Comunque non la usiamo quanto potremo usarla…
E quando la usiamo professionalmente,
la trasformiamo levandole le sue particolarità…
3
Ah! Vedi! Allora parlare “querulo” è una particolarità!
2
Certo! Però sarebbe bello poter scegliere
quando usare la voce “querula”
e quando parlare con una voce che ti piace di più.
3
E se poi mi disinnamoro?
2
Di chi?
3
Di lui! Con la voce nuova!

2
Impossibile! Voi funzionate come due corde vocali sane!
In vibrazione armonica, compassata, costante e rilassata!
1
Ci stai prendendo per il culo?
2
Per quello non avete bisogno di me…

*

Roma, nel pomeriggio degli incontri,
quando gli altri pianeti parcheggiano a casa mia
e Pascal Quignard mi ricorda:
“La musica è un’altra maschera
portata sopra lo stesso viso d’impazienza e di rabbia”.

2013 – Maria A. Listur

 

 
Constellations

1
What a terrible voice!
2
It’s not true…
3
He’s right,
we look like from another planet!
2
You have a voice that narrates.
3
Of course! And narrates Uranus!
1
Always so light uh?
3
It is not criticism, it’s the truth,
it is called self awareness!
2
Behind that voice there is your whole life, the choice made,
your affirmations. Your childhood.
1
A childhood “in a girlish way!”
2
It doesn’t exist…
3
So you also are saying that we do not exist?
2
Not even for girls
it exist a “girlish” childhood
3
… You women!
What do you know about resisting the changing of the voice?
2
Anyhow we don’t use it enough as we should…
And we use it professionally,
we transform it taking away all the peculiarities…
3
Ah! See! Therefore talking “querulous” it is a peculiarity!
2
Sure it is! It would be nice though to be able to choose
when to use the “querulous” voice
and when to talk with a voice you like more.
3
and if I fall out of love?
2
with whom?
3
Of him! With a new voice!

2
Impossible! You two work like two working vocal chords!
In harmonic vibration, compassed, constant and relaxed!
1
Are you taking the piss out of us?
2
For that you don’t need me…

*

Rome, in the afternoon of encounters,
when the other planets park in my house
and Pascal Quignard reminds me:
“Music is another mask
wore over the same face of impatience and anger”
.
2013 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...