Ovunque/Everywhere

Espanso immanente sovrumano
lo sconosciuto infinito
si svela esauribile mezzo,
un punto.
Senza virgole per dare spazio,
vuoto d’aria e d’acqua smarrito
affastellato di scuse varie,
geme scomposto.
Stelle sistemi galassie universi
si ordinano in ogni linfa,
fedeli ora e dall’eterno:
resistono
sistemano
rimarginano
infine,
ricreano.

Inversione-V-VII

INVERSIONE 5/VII – 2013 – MARIA A. LISTUR

Mendoza-Buenos Aires,
sul percorso che mi ha insegnato la poetica degli addii.
2013 – Maria A. Listur

 

Everywhere

Expanded immanent superhuman
the unknown infinity
it unveils exhaustible means,
a point.
With no commas to give space,
empty of air and lost of water
tied up in various excuses,
groans disorderedly.
Stars systems galaxies universes
arrange in each lymph,
faithful now and since eternity:
resist
arrange
heal
in the end,
recreate.

Mendoza-Buenos Aires,
on the path that has taught me the poetic of farewells.
2013 – Maria A. Listur

2 thoughts on “Ovunque/Everywhere

  1. viaggiandonam ha detto:

    Ho bisogno di imparare la poetica degli addii. Mi dai lezioni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...