Primo amore/First Love

Un aspro umore risale la china,
un mughetto che sembra memoria:
ti pari dinanzi come fosse già ieri.
Ed è questo l’intatto ricordo,
una labile grazia infinita,
che ai miei piedi ancora ti porta.
Balli sempre la stessa canzone!
Baci ancora come fosse presente!
Sembra uguale la pelle, lo sguardo
ricavati da fuga fedele.
Grata sempre del mio riflettere:
mi salva, m’innalza, mi teme.
Sono io! E non sono io!
Corteccia e flusso la voce,
albero e ramo,
fiorente e fogliato
nutrito e guidato,
il qui e ora unico
e già passato!

Dett.Sidera-1
Dett. Sidera – Sideral 2011 – Maria A. Listur

Dove è casa, il vento può sollevare i veli.
Dare aria a quelli che eravamo.
2013 – Maria A. Listur

 

First Love

A harsh humor gets back on top,
a lily that seems memory:
you come forward as it was already yesterday.
And that is the intact memory,
a fleeting infinite grace,
that brings you again to my feet.
You always dance the same song!
You still kiss as it was present!
The skin, the glance seem the same
obtained from a truthful escape.
Always grateful of my reflecting:
it saves me, lift me, fear me.
It’s me! And it is not!
Cortex and flux the voice,
tree and branch,
blossoming and leafy
nourished and guided,
the unique here and now
and already past!

Where it is home, the wind can lift veil.
Give air to those we were.
2013 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...