Le piccole morti/The Small Deaths

Uno spazio netto si è demarcato
precisa anche la sua tinta:
da saper di mare anche se assente.
Da ripristinare ali anche nei sogni:
Una rotta ma mai la stessa.
Una memoria assai munifica.
Quella volta che dicesti “mia”.
Quando il tempo era tempesta.
Quando credevi e non sapevi.

Sì, un luogo ben delimitato
affrancato esatto e già concluso:
da ringraziare per benedire.
Da ricordare per non ripetere:
Un fortunato apprendimento.
Un fallimento che è la gloria.
Ciò che eri in questa vita.
Quel vero inganno cui tu credi.
Ciò che prometti e non ricordi.

Certo è nitido questo territorio
dove eravamo soltanto incontro.

Nouvelle-Vie-3

Nouvelle Vie III – 2014 – Maria A. Listur

Roma, quasi orfana.
2014. Maria A. Listur

 

The Small Deaths

A clean space has been demarcated
precise also its own color:
that it tastes like sea even if absent.
That restores wings even in the dreams:
A course but never the same.
A memory very unstinting.
That time you said “mine”.
When the time was storm.
When you believed and didn’t know.

Yes, a well delimited place
liberated exact and yet concluded:
that thanks in order to bless.
That remembers in order to not repeat:
A fortunate lesson.
A failure that is the glory.
What you were in this life.
That real deceit to which you believe.
What you promise and do not remember.

It is surely clear this territory
where we were only encounter.

Rome, almost orphan.
2014. Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...