Lusinga/Flattery

Analfabeta quanto tiranna
Stolta, gratuita, più che megera
Incendiaria di ogni parola
Sembra scaltra e perspicace
Indigente e raccapricciante
Olocausto certo delle chimere
Sopruso velato di consonanza.

Invento un fuoco ogni mattina
Fatto di specchi a labirinto
Ove guardare ancor più dentro
In cui riflettere il mio bisogno
Mi svela lui come bruciarla
Senza pietà né compassione
Arde di me in ogni tramonto.

Taglio-II

Taglio II – 2014 – Maria A. Listur

Roma, chiaramente unica.
2014 – Maria A. Listur

 

Flattery

Analphabet as much as tyrannical
Idiotic, gratuitous, more than harpy
Arsonist of each word
It seems shrewd and perceptive
Indigent and horrific
Certain holocaust of the chimeras
Tyranny coated of consonance.

I invent every morning a fire
Made of mirrors like a labyrinth
Where I can see even deeper
In which I reflect my necessity
He shows me how to burn it
With no mercy and no compassion
He is consumed with me in every sundown.

Rome, clearly unique.
2014 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...