VITA/LIFE

Sfuggi tra le mie dita da dentro lambite.
Ti ripresenti nell’austerità di ogni assoluto.
Il tepore dal basso riaccendi, dall’alto,
in direzioni sconosciute, ravvivi. Fomenti.
Assorta ti lascio, quando il nulla incupisco.
Ti perdo ogni volta in cui non benedico.

Amante, Cara Madre, Tu, Intera Fonte,
alla Gratitudine consacrami, perenne.

Nouvelle-Vie-7

Nouvelle Vie VII – 2014 – Maria A. Listur

Roma, quella che non si poteva misurare.
2014 – Maria A. Listur

 

LIFE

You slip away among my fingers stroke from inside.
You show yourself again in the austerity of each absolute.
The warmth from below you turn on again, from above,
in unknown directions, you revive. You instigate.
Absorbed I leave you, when the nothing I cloud.
I lose you every time I don’t bless.

Lover, Dear Mother, You, Whole Source,
to Gratitude consecrate me, perennial.

Rome, that one that could not be measured.
2014 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...