“Non sono sincero, perfino quando dico di non esserlo.”/“I am not honest, even when I say I am not.”

Jules Renard

-Come mai assegna dei nomi assurdi alle cose che fa?
-Assurdi?
-Come mai sceglie quei nomi?
-Sta scambiando persona?
-No! La conosco.
-Come fa a conoscermi? Sono una sconosciuta anche per mia madre.
-Diciamo che sono a conoscenza del suo lavoro.
-Quale di tutti?
-Ho visto ceramiche, pitture e il lavoro performativo, mi occupo di critica.
-Quali sarebbero i nomi assurdi?
-Non la voglio condizionare.
-Mi ha già condizionato.
-È così fragile?
-Friabile.
-Ahhh… Gli artisti!
-Ahhh… Gli uomini!
-Pensavo avrebbe detto i critici.
-Prima è uomo.
-Alcuni amici non sarebbero d’accordo.
-E le amiche?
-Neanche.
-Per le sue amicizie, lei è un critico prima di essere un uomo?
-Non sa chi sono?
-No.
-Non mi ha mai visto? Veramente?
-No.
-Credevo stesse flirtando…
-Le sembra che io abbia l’età per flirtare?
-Lo si può fare a tutte le età!
-Non alla mia età interiore.
-Quale sarebbe?
-Ora, centotrenta anni.
-E quanti ne ha quando sceglie i nomi delle opere?
-Indovini?
-Cinque.
-Touchée! Quattro e mezzo!
-Una balbettante!
-Io a quattro e mezzo cantavo benissimo!
-Scriverò quello che ha detto.
-Certo! E scriverà che non le piacciono i nomi delle mie opere?
-Purtroppo no… Ho capito che lo fa per divertirsi.
-Cosa?
-La scelta dei nomi.
-No! Legga i concetti e vedrà, sono attinenti.
-Non voglio leggere niente per giustificare una scelta.
-Allora dica semplicemente che non le piacciono, senza giudizio di valore.
-E il mio lavoro?
-Lo faccia senza discuterne con noi…
-Noi? Io sto discutendo soltanto con lei.
-Scusi ma mi sento un po’ tutta la categoria! “Gli artisti”!
-Ora sono sicuro che non sta flirtando…
-Adesso penso che lei non è un critico…
-Ora no.

Italia, quando mezzo secolo è un istante.
2015 – Maria A. Listur

 

 
 

“I am not honest, even when I say I am not.”

Jules Renard

-How come you give absurd names to the things that you do?
-Absurd?
-How come you choose those names?
-Are you changing person?
-No! I know you.
-How do you know me? I am a stranger even to my mother.
-Let’s just say that I know your work.
-Which of all?
-I’ve seen ceramics, paintings and the performative work, I deal with critic.
-Which would be those absurd names?
-I don’t want to influence you.
-You have influenced me.
-Are you so fragile?
-Friable.
-Ahhh… Artists!
-Ahhh… Men!
-I thought you would say critics.
-You are a man first.
-Some male friends wouldn’t agree.
-And the female friends?
-Neither.
-For your friends, you are a critic before being a man?
-Don’t you know who I am?
-No.
-You have never seen me? Really?
-No.
-I thought you were flirting…
-Does it seem to you that I have the age to flirt?
-It is possible at any age!
-Not at my interior age.
-What would it be?
-Now, A hundred and thirty.
-And how old are you when you choose the names of the works?
-Guess?
-Five.
-You got me! Four and a half!
-A stutterer!
-When I was four and a half I used to sing very well!
-I will write about what you said.
-Sure! And will you write that you don’t like the names of my works?
-Unfortunately no… I understand that you do so to have fun.
-What?
-The choice of the names.
-No! Read the concepts and you will see, they are pertinent.
-I don’t want to read anything to justify a choice.
-Then say you just don’t like them, without any value judgment.
-And my job?
-Do it without discussing with us…
-Us? I am discussing with you.
-Sorry but I feel as I am almost the whole category! “The artists”!
-Now I am sure you are not flirting…
-Now I think that you are not a critic…
-Now I am not.

Italy, when half a century is an instant.
2015 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...