“Il vero miracolo non è volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra.”/“The real miracle is not flying in the air or walking on water, but walking on earth.”

Lin-chi, I sec

-Tutta la sua vicenda mi ha ispirato!
-Ah sì? Non riesco a capacitarmi in cosa l’avrei potuto ispirare…
-Il riconoscimento.
-Ah! L’ha ispirata il riconoscimento!
-Mi sono espresso male… Ho pensato: “Vedi… Con disciplina e volontà – immagino anche sofferenza – tutto arriva”.
-Conosco parecchie persone molto più disciplinate e volenterose di me che non sono riconosciute. Per quanto riguarda la sofferenza, non so a cosa si riferisce.
-Immagino abbia sofferto nella pratica delle sue attività… Lei non è più una bambina…
-Il che le dimostra che non soffro quando pratico le mie capacità… Altrimenti avrei qualche problemino di salute… Non crede? E le ripeto… Con profondo rispetto per chi crede nella strada della sofferenza, conosco tante persone che soffrono e non per questo sono riconosciute…
-Sta contrastando la storia dell’arte e della letteratura, della filosofia e della ricerca?
-No! Sto cercando di dire che conosciamo soltanto una parte delle “storie di qualsiasi cosa”. Ci manca tutta la gente che non è stata parte degli scritti di chi, quelle storie, le ha raccontate! Mi sembra strano che lei non ne tenga conto…
-Tengo conto ma… Vorrei soltanto congratularmi con lei.
-Lo faccia senza ispirarsi a me…
-Non è facile farle un complimento, signora.
-Non generalizzi per favore…
-Ricominciamo?
-Prego.
-Mi ha fatto piacere sapere del riconoscimento professionale che sta ricevendo, a più livelli. Complimenti!
-Grazie!
-Si sente ripagata per l’impegno di tutti questi anni?
-Ripagata?
-Mmm… Volevo dire… Riconosciuta.
-Come mai ha detto ripagata?
-Mi sono corretto.
-Rispondo alla domanda spontanea poi a quella corretta.
-Non da tregua, signora!
-Dovrei? Vorrei parafrasare Alda Merini: “Ripagata mi sentirò il giorno che mi daranno almeno un milione di dollari per qualsiasi cosa io abbia creato o creerò…” Per quanto riguarda il riconoscimento, è uno stato nel quale vivo.
-Vuole dire che tutto quello che crea non nasce dall’impegno, la perseveranza, la disciplina, l’ordine?
-Carissimo… La mia vita, tutta intera, è un miracolo.

Los Angeles, California. Ordinatamente. – 2015 – Maria A. Listur

 

“The real miracle is not flying in the air or walking on water, but walking on earth.”

Lin-chi, I sec

-All this happening of yours has inspired me!
-Oh yes? I can’t understand in what I could have inspired you…
-The acknowledgment.
-Ah! The acknowledgment has inspired you!
-I said it wrong… I thought: “See… With discipline and will power – I imagine suffering as well – everything comes”.
-I know many people much more disciplined and willing then I am that are not acknowledged. As far as suffering, I don’t know what you are talking about.
-I imagine you have suffered in the practice of your activities… You are not a child anymore…
-That shows that I don’t suffer when I practice my abilities… Otherwise I’d have some health problems… Don’t you think? And I repeat… With profound respect for who believes in the way of the suffering, I know many people that suffer and not for this reason they have been acknowledged…
-Are you contrasting the history of art of literature of philosophy and of research?
-No! I am trying to explain to you that we just know a part of the “stories of everything”. We are missing all those people that are not part of the texts of whom, those stories, have told us! It seem awkward to me that you are not considering…
-I am considering but… I would like to congratulate you.
-Do so without inspiring yourself to me…
-It is not easy to pay you a compliment, madam.
-Please do not generalize…
-Shall we begin again?
-Go ahead.
-I am happy to have heard the professional acknowledge that you have received, at many levels. Congratulations!
-Thanks!
-Do you feel repaid for all these years’ efforts?
-Repaid?
-Mmm… I meant… Acknowledged.
-How come you said repaid?
-I correct myself.
-I’ll first reply to the spontaneous question than to the correct one.
-You cut some slack to no one!
-Should I? I would like to paraphrase Alda Merini: “I’ll be repaid the day they will give me a million dollars for anything I have created or will create…” Regarding the acknowledgement, it is a state in which I live.
-Do you mean that all you create is not due to the effort, the perseverance, the discipline, the order?
-My dearest… My life, in its entirety, is a miracle.

Los Angeles, California. Neatly. – 2015 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...