“Ogni novità, anche la felicità, spaventa.”/”Every news, even happiness, frights.”

Friedrich Schiller

-Questo qui mi sta innervosendo!
-Guarda che ti sente!
-Non me ne frega niente!
-Allora diglielo direttamente! Sembra che ti fa paura!
-Non mi fa paura ma non ho voglia di discutere!
-Con lui?
-Che vuoi dire?
-Stai discutendo tra te e te…
-Glielo dico dopo.
-Cosa?
-Che il suo insegnamento mi rende nervoso.
-Educazione! Ha detto prima che lui non insegna niente, lui educa.
-Lo stai difendendo?
-No, difendo te. Che senso ha investire tante risorse se non diciamo quello che pensiamo durante un lavoro di ricerca? Soprattutto alla nostra età.
-Ti sta condizionando…
-In quale senso?
-Lo stile.
-Ho immaginato mi avresti detto altro?
-Anche lo sguardo, la prospettiva.
-Ah…
-Sì, sì… Ti condiziona e come!
-Beh… Lo spero.
-Ma che dici?
-Tutto condiziona!
-Per favore! Qui si tratta di estetica! Non puoi essere contenta di essere condizionata!
-L’arte è condizionamento, quanto lo è la vita!
-E la purezza?
-La cenere dopo i fuochi vuoi dire? Esiste altra sintesi di purezza?
-Ti sei innamorata! Tu ti sei innamorata!
-Ti è più comodo pensare che sia innamorata da un artista e anche maestro che mi piace, piuttosto che accettare quanto ti renda vulnerabile la sua bravura?
-Mi innervosisce che tu non ti accorga quanto è condizionante!
-Ti sbagli!
-E lo neghi?
-Ti sbagli se credi che non me ne accorga! Io mi lascio condizionare perché il suo condizionamento è migliore del condizionamento da cui vengo! E sicuramente il mio prossimo insegnante mi condizionerà ancora meglio di lui!
-Io non voglio essere condizionato!
-D’altro.
-Non voglio essere condizionato!
-No… Tu vorresti soltanto non accorgertene!

Roma, tiepida dimora anche marmorea. 2015 – Maria A. Listur

 

“Every news, even happiness, frights.”


Friedrich Schiller

-This guy is making me nervous!
-He can hear you!
-I don’t give a damn!
-Then tell him straight! Looks like he scares you!
-He doesn’t scare me but I don’t want to discuss!
-With him?
-What do you mean?
-You are arguing with yourself…
-I’ll tell him later.
-What?
-That his teachings are making me nervous.
-Education! He said it before he doesn’t teach anything, he educates.
-Are you defending him?
-No, I am defending you. What meaning has it to invest many resources if we don’t say what we think during a work of research? Especially at our age.
-He is influencing you…
-In what way?
-The style.
-I imagined that you would say something different?
-Even the glance, the perspective.
-Ah…
-Yes, yes… He is influencing you a lot!
-Well… I hope.
-What are you talking about?
-Everything influences!
-Please! Here we are dealing with esthetics! You can’t be happy of being influenced!
-Art is conditioning, as much as life is!
-And purity?
-You mean the ashes after the fire? Is there another synthesis for purity?
-You are in love! You are in love!
-Is it more comfortable to think that I am in love with an artist and also a master that I like, rather than accepting how vulnerable his skill makes you?
-It makes me nervous how much you don’t realize how influencing he is!
-You are wrong!
-And you deny it?
-You are wrong if you think that I don’t realize it! I let myself being influenced because his conditioning is better than the conditioning I came from! And surely my next teacher will influence me even better than him.
-I don’t want to be influenced!
-By something else.
-I don’t want to be influenced!
-No… You just want to not realize it!

Rome, tepid abode marmoreal as well. 2015 – Maria A. Listur

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...