RIFLESSO/REFLECTION

Un temporale in due parole
– sintassi d’inconsapevolezza –
scalfisce del tempo, il suo muro
rende lacrima il falso oblio
riporta a ora un universo, quando
– con simpatia e lontanamente –
una persona dice, e risuona:
“Ciao, Desaparecida!”

marcelo hopp.jpg

Marcelo Hopp – Spazi Intangibili
Centro Recoleta – Buenos Aires, Argentina

A Roma, hors du temps
2015 – Maria A. Listur

 

Reflection

A thunderstorm in two words
– syntax of unawareness –
of the time notches, its wall
it turns into tear the false oblivion
it brings back a universe, when,
– likeably and remotely –
a person says, and resounds:
“Ciao, Desaparecida!”

In Rome, hors du temps
2015 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...