“L’arte è un anti-destino.”/“Art is an anti-destiny.”

André Malraux

-Non ha mai pensato di fare la cuoca?
-Fatto.
-Professionalmente?
-Sì.
-Quando?
-Ero giovane.
-Lei è giovane.
-Ero una giovane donna, avevo 27 anni.
-Per quanto tempo?
-Qualche anno.
-E poi ha cambiato mestiere?
-Non è mai stato il mio mestiere.
-Perché l’ha fatto?
-Perché dovevo procurarmi del denaro per vivere.
-E non sapeva fare altro?
-Certo! Ma si aveva bisogno di una cuoca…
-E lei si è inventata cuoca!
-No! Sapevo cucinare, qualcuno aveva bisogno di una cuoca e mi sono offerta.
-Dice “sapevo” come se quello che mi ha fatto mangiare non fosse parte di quel sapere…
– Cucinare per molte persone, e in modo continuato, è altro! Questo è soltanto un gesto!
-Un gesto squisito… Una sorpresa!
-Beh… Ho visto la cucina vuota e …
-… una specie d’invito…
-Sì… Una cucina bella e sola ha bisogno di compagnia.
-Il padrone di casa sarà felice!
-È una domanda indiretta?
-Non so essere veloce… Non amo il fast-food.
-La pietanza che le ho servito è un fast-food.
-Non sembra. Fidanzata col padrone di casa?
-Infatti non sembra…
-Sembra qualcosa di elaborato.
-Appunto. Come il buon fast-food.
-Cosa fa nella vita?
-Cucino, scrivo, canto e dipingo a casa degli amici.
-Ne ha molti?
-Non so se siano molti… Sono quelli giusti.
-Come si fa a sapere che sono quelli giusti?
-Non mi fanno mai rimanere troppo in cucina.
-Qual è il trucco per levarla dai fornelli?
-Permettermi di finire.
-Ha finito?
-Dipende da lei. Lei ha finito?

Parigi, liberté, égalité, fraternitè… et sans regrette…
2016 – Maria A. Listur

 

“Art is an anti-destiny.”

André Malraux

-Have you ever thought of being a cook?
-Done it.
-Professionally?
-Yes.
-When?
-I was young.
-You are young.
-I was a young woman, I was 27 years.
-For how long?
-Some years.
-And then you change job?
-It has never been my job.
-Why did you do it?
-Because I needed money to live.
-And you couldn’t do anything else?
-Sure! But a cook was needed…
-And you invented a cook!
-No! I knew how to cook, somebody needed a cook and I offer myself.
-You say “I knew” as if what you made me eat wasn’t part of that knowledge…
-Cooking for many people, and continuously, is something else! This is just a gesture!
-An exquisite gesture… A surprise!
-Well… I saw the empty kitchen and …
-… a sort of invitation…
-Yes… A beautiful and lonely kitchen needs company.
-The house owner will be happy!
-Is that an indirect question?
-I can’t be fast… I don’t love fast-food.
-The food I served you is a fast-food.
-Doesn’t seem like. Engaged with the house owner?
-As a matter of fact it doesn’t seem like…
-It seems something elaborate.
-Exactly. Like the good fast-food.
-What do you do in your life?
-Cook, write, sing and paint at my friends’ houses.
-Do you have many?
-I don’t know if they are many… I know they are the right ones.
-How do you know if they are the right ones?
-They never let me stay too long in the kitchen.
-What’s the trick to take you away from the stoves?
-Allowing me to finish.
-Have you finished?
-It depends on you. Have you finished?

Paris, liberty, equality, fraternity… and no regret…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...