«Sembra che il riconosciuto non è se stesso.»/«It seems that the acknowledged it’s not itself.»

Pascal Quignard

-Dammi la tua ricetta.
-Non è mia.
-Di chi è?
-Della mia bisavola.
-Ancora meglio! Dammela!
-Lavarsi bene bene i denti, doccia accuratissima, vestiti puliti e belli – anzi, i migliori che hai, silenzio lungo, almeno 24 ore, se puoi una settimana, non dimenticare in assoluto e…
-Non devo dimenticare?
-No. Chi non teme ricorda, dice il proverbio!
-E dopo la settimana di silenzio?
-Ricordati le risate.
-Sei sicura che funzioni sempre?
-Nel mio caso ha sempre funzionato.
-Si perdona.
-Sì, si perdona.

Parigi, mentre le ambulanze fanno presente quanto la vita sia breve, nel caso se ne abbia bisogno…
2016 – Maria A. Listur

 

«It seems that the acknowledged it’s not itself.»

Pascal Quignard

-Give me your recipe.
-It’s not mine.
-Whose is it?
-Of my great grandmother.
-Even better! Give it to me!
-Brush your teeth very very well, very thoroughgoing shower, clean and nice clothing – better yet, the best you have got, long silence, at least 24 hours, a week if you can, you should never forget and…
-I should never forget?
-No. Who is not afraid remembers, it is said!
-And after a week of silence?
-Remember the laughs.
-Are you sure that it works?
-In my case it always does.
-We forgive.
-Yes, we forgive.

Paris, while the ambulance states how life is short, in case it was necessary…
2016 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...