“Oggi qualunque forma di prossimità è destinata a misurare i propri pregi e difetti in basi agli standard della prossimità virtuale.”/“Nowadays whatever form of proximity is destined to measure its own virtues and vices according to the standard of the virtual proximity.”

Zygmunt Bauman

Sull’autobus, prima di scendere alla fermata:

1: -Ci sentiamo più tardi.
2: -Vuoi venire a casa mia?
1: -Meglio uno Sky… Così mi concentro solo su di te. (occhiolino e sorrisetto complice)
2: -Se non funziona proviamo con FaceTime. (occhiolino e sorrisetto di soddisfazione)
1: -Bene! Stai imparando!

2 Rimane sull’autobus, si concentra sulle sue cuffiette e non vede -oltre il finestrino sul marciapiede- 1 che alza il braccio destro per salutare con -negli occhi- lo stupore di non essere visto…

Un luogo del mondo che è il mondo, “liquido”. 2017
Maria A. Listur

 

“Nowadays whatever form of proximity is destined to measure its own virtues and vices according to the standard of the virtual proximity.”

Zygmunt Bauman

On the bus, before getting off at the stop:

1: -I’ll talk to you later.
2: -Do you want to come to my house?
1: -I’d rather do a Sky… So I can concentrate only on you. (wink and complicit smile)
2: -If it doesn’t work let’s try with FaceTime. (wink and a satisfied smile)
1: -Good! You are learning!

2 Remains on the bus, concentrates on the ear pods and doesn’t see – beyond the window on the sidewalk – 1 that lifts the right arm to wave with – in the eyes – the surprise of not being seen…

A place in the world that is the world, “liquid”. 2017
Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...