“Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio.”/“I need to know the story of an aliment. I have to know where it comes from. I have to imagine the hands that have cultivated, worked and cooked what I eat.”

Carlo Petrini

-Cosa mangia?
-Soltanto quello che mi piace.
-E tra le cose che le piacciono ci sono delle cose che fanno male?
-No. In assoluto!
-Come fa a distinguere?
-Come quando ho scelto mia moglie.
-Ah! Le fa piacere condividere i criteri?
-Soltanto se lo scrive.
-Lo scrivo ma non immaginerà di arrivare a centinaia di lettori?
-Lo so. Voglio che lei scriva per lo stesso motivo che mangio soltanto quello che mi piace.
-I criteri?
-Prima di tutto l’igiene, intesa come luogo dove ha origine il cibo, dove è preparato, da chi.
-Quindi, controlla sempre.
-Sempre.
-E poi?
-Se si tratta di un animale, voglio che sia un animale che mi piace… Il pesce palla non mi piace per esempio…
-Deduco che sua moglie non somiglia al pesce palla.
-Mia moglie è immacolata, brillante, nutriente, bellissima, ora più che a 30 anni, migliora sempre di più… Come l’effetto di un buon pasto.
-Altro?
-I colori e i profumi. Non si può scegliere qualcosa da mangiare che non abbia dei colori e degli aromi che ci corrispondono… Il colore e l’aroma del cibo sono la pelle e l’odore della o del partner.
-E il servizio?
-Mi piace la seta, la trasparenza del cristallo, il cotone grezzo, la sincerità della terra, il lino, un tocco di cipria.

Parigi, mentre si condivide le stesse scelte di tonalità e profumi, a tavola. 2017 – Maria A. Listur

 

“I need to know the story of an aliment. I have to know where it comes from. I have to imagine the hands that have cultivated, worked and cooked what I eat.”

Carlo Petrini

-What do you eat?
-Only what I like.
-And among the things you like are there some things that are unhealthy?
-No. Absolutely!
-How can you differentiate?
-Like when I chose my wife.
-Ah! Do you mind sharing the criteria?
-Only if you write about it.
-I will write but you don’t expect to reach hundreds of readers?
-I know. I want you to write for the same reason that I eat only what I like.
-The criteria?
-First of all the hygiene, intended as the place where the food originates, where it is prepared, by whom.
-So you always check.
-Always.
-And then?
-If it is an animal, I want it to be an animal that I like… For example, I don’t like the puffer fish…
-I take that your wife doesn’t look like a puffer fish.
-My wife is immaculate, brilliant, nutritious, beautiful, now more than when she was 30 years old, she gets better more and more… Like the effect of a good meal.
-Something else?
-The colors and the aromas, you cannot choose something to eat that doesn’t have colors and aromas that fit you… The color and the aroma of food are the skin and the smell of the man or woman partner.
-And the service?
-I like silk, the transparency of the crystal, the raw cotton, the sincerity of the dirt, the linen, a dash of face powder.

Paris, while the same shades and perfumes are shared, at the dining table. 2017 – Maria A. Listur