OLTRE ME/BEYOND ME

All’alba e al tramonto di ogni gesto,
cosa sarei senza quel battito che
– oltre il battere fedele del mio ricreato cuore –
senza potere di definizioni
sento?

733-OLTRE-ME.jpg
Oltre I/Beyond I – da/from Gabriele del Papa ph

Parigi, sotto la tiepida rugiada.
2017 – Maria A. Listur

 

BEYOND ME

At dawn and at sunset of each gesture,
what would I be without that beat that
– beyond the faithful beating of my recreated heart –
with no power of definitions,
I feel?

Paris, under the warm dew.
2017 – Maria A. Listur

FEDELTÀ/LOYALTY

Si cambia prospettiva dello stesso cielo.
Si parte, si arriva, si compie altro abbraccio.
Si compra quel sapore che ricorda un tempo.
Si riparte, si arriva, si ricompie altro abbraccio.
Si annusano profumi, aromi che sono la storia.
Ancora si parte, si arriva, ci salva l’abbraccio.
All’infinito, totalmente dentro.
Mentre il fiore
nato durante le assenze,
attende. Fedele.

IMG_4408

Il cielo del Velario di Palazzo Altemps/The sky of the Velarium of Altemps Palace – Maria Vera Quattrini ph

Reggio Emilia, nella gioia di essere.
2015 – Maria A. Listur

 

LOYALTY

We change prospective of the same sky.
We leave, we arrive, we accomplish another hug.
We buy that taste that reminds a time.
We leave again, we arrive, we accomplish again another hug.
We smell perfumes, aromas that are the story.
Again we leave, we arrive, the hug saves us.
Endlessly, totally inside.
While the flower
born during the absences,
Awaits. Faithful.

Reggio Emilia, in the joy of being.
2015 – Maria A. Listur