NASCONDINO/HIDE AND SEEK

Sei l’aroma nella camera dei legnosi alberghi,
diventi ruga a mezzaluna sulla faccia dell’amico.
Appari ombra di quel quadro oggi visto, anche sempre,
nella voce dentro quel cuore ch’è la testa:
“Non ti affrettare non son venuto per riprenderti…”,
nelle geometrie dell’apparecchiare ogni tavola,
attraverso poesie che declamano le tue parole,
dietro il verde occhio interrogante dello specchio,
sotto la fina pelle memoria delle tue trasparenze,
nella dolce disciplina del continuare.
Sì. Appari, scompari. Sempre in tempo, a ricordare
che dalle profondità dei miei sconosciuti sensi
sei sempre mio padre: funzione, luce, salvezza,
arte.

ELL-636

Eduardo Lucio Listur, mio padre – 1925, Bs. As. Argentina

Roma, sopra i ponti che l’anima animano,
quelli che sembrano padre e sono madre e padre…

2016 – Maria A. Listur

 

HIDE AND SEEK

You are the aroma in the room of the wooden hotels,
you become wrinkle half moon sized on the face of the friend.
You appear shadow of that painting seen today, always as well,
in the voice inside that heart that is head:
“No need to rush I haven’t come to take you back…”,
in the geometry of setting each table,
through the poems that declaim your words,
behind the interrogating green eye of the mirror,
under the fine skin memory of your transparencies,
in the sweet discipline of the continuing.
Yes. You appear, disappear. Always on time, to remind
that from the deepness of my unknown senses
you are always my father: function, light, salvation,
art.

Rome, over the bridges that enliven the soul,
those who seems to be fathers are mothers and fathers…

2016 – Maria A. Listur

Eternal

Un simmetrico danzante “adesso”:
Di ciò che serve, che sa,
Che accetta;
D’inchini vari all’Assoluto,
Alle gestanti Armonie,
Alle celesti Geometrie.

Da quel che ignoriamo,
Erudizione.
Da ciò che crediamo,
Autonomia.
E a quelle mani fatte di stelle,
Totale e nuova arrendevolezza.

Perspective-I

Perspective I – 2015 – Maria A. Listur

Roma, 1° Gennaio 2015 – Maria A. Listur

 

Eternal

A symmetric dancing “now”:
Of what it is necessary, of what knows,
Of what accepts;
Of various bows to the Absolute,
To the gravid Harmonies,
To the celestial Geometries.

From what we ignore,
Erudition.
From what we believe,
Autonomy.
And to those hands made of stars,
Total and new compliance.

Rome, 1° January 2015 – Maria A. Listur

“Povertà senza debiti sarebbe una troppo grande solitudine, dice il povero nella sua saggezza.”/“Poverty with no debts would be a way too big loneliness, says the poor in his wisdom.”

Henri Michaux

-Non voglio stare nel tuo Libro d’Oro dei Debitori…
-Ahhhahhha!
-Non c’è niente da ridere… Lo dico sul serio.
-Ho riso perché nessuno mi ha mai dato un’immagine tanto spirituale dei debitori…
-Spirituale?
-Sì. Uno dei libri cardini del pensiero di Saint Germain si chiama “Il Libro d’Oro di Saint Germain”.
-Purtroppo non volevo essere spirituale. Hai capito male.
-Non cercavo di capire, ho associato senza volontà…
-Le associazioni ti avvengono? Senza volontà?
-Vuoi entrare nel fumoso mondo dell’origine del pensiero?
-M’interessa sapere se sei vittima delle associazioni.
-Vittima? Associo senza fatica e qualche volta senza volontà.
-Scappi dall’argomento?
-Posso tornare quando voglio. Il mio albero delle tangenti è fatto da pezzettini di pane.
-Hansel e Gretel?
-Sì, entrambi; mi perdo ma sicura di aver lasciato traccia di pane… Quindi, cosa ti pesa di essere parte del mio Libro d’Oro…
-Vorrei non odiarti.
-Hai detto di volerlo e di non potertelo permettere. Adesso.
-Ti odierò.
-Divino Merlino… Dimmi quando?
-Quando non potrò ricambiarti.
-Non mi pagherai mai?
-Ho paura che se ti pagherò, la povertà non sarà più parte della mia vita quindi… Credo che tra sanare l’aspetto fallimentare della mia famiglia e indebitarmi a vita, sceglierò il debito.
-Bert Hellinger e la fedeltà alla famiglia?
-Sì.
-Ma.. stai parlando d’odio… Questa aggiunta è tua. Cosa c’entra?
-Che se la follia non s’impossesserà di me, ricorderò questo dialogo, la mia gratitudine irretita e il tuo amore…
-Amore? Tu chiami amore la disponibilità?
-Perché secondo te la disponibilità non è una forma d’amore?
-Io non so cosa sia l’amore.
-Unione, legame, reciprocità…
-Dicono che l’odio unisca molto di più dell’amore…

Roma, magnifica e fertile signora che senza misure sa della luce del buio.
2014 – Maria A. Listur

 

“Poverty with no debts would be a way too big loneliness,
says the poor in his wisdom.”

Henri Michaux

-I don’t want to be in your Golden Book of the Debtor…
-Ahhhahhha!
-It’s not funny at all… I am serious.
-I laughed because no one has ever given me such a spiritual image of a debtor…
-Spiritual?
-Yes. One of the pivotal books of the Saint Germain’s thought it is called “The Golden Book of Saint Germain”.
-Unfortunately I didn’t want to be spiritual. You got it wrong.
-I didn’t try to get it, I just connected with no will…
-Connections just happens? Without will?
-Do you want to get in to the smoky world of the origin of the thought?
-I am interested to know if you are a victim of the connections.
-Victim? I connect with no fatigue and sometimes with no will.
-Are you changing subject?
-I can get back at it whenever I want. My tangential tree is made of breadcrumbs.
-Hansel e Gretel?
-Yes, both; I get lost but sure of having left a breadcrumb… So, what is that burdens you of being part of my Golden book…
-I wish I would not hate you.
-You said that you wanted it and that you can’t afford it. For now
-I’ll hate you.
-Holy Merlin… Tell me when?
-When I won’t be able to reciprocate.
-You’ll never pay me back?
-I am afraid that if I pay you back, poverty will never be a part of my life so…
I think that between curing the bankruptcy aspect of my family and falling in to debt for life, I’ll choose the debt.
-Bert Hellinger and being loyal to the family?
-Yes.
-But…You are talking about hate… This adding is yours. What has got to do with it?
-If folly won’t posses me, I will remember this conversation, my enmeshed gratitude and your love…
-Love? Are you calling love being helpful?
-Why, don’t you think that being helpful is a form of love?
-I don’t know what love is.
-Union, connection, reciprocity…
-They say that hate unites much more than love…

Rome, magnificent and fertile lady that with no measures knows about the light of the darkness. 2014 – Maria A. Listur