“Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri.”/“All animals are equal, but some animals are more equal than others.”

George Orwell

-Dormi? (Silenzio) Già dormi? (Silenzio) Che bella cosa dormire velocemente! Io non ci riesco… Vorrei invece fare come fai tu, anche se a dire il vero non sembravi una persona di sonno pesante… Ed eccoti qui! Dormi!… Dormi? E sì… dormi. Avrei voluto dirti tante cose… Beh… Te le dirò domani… Speriamo bene per il risveglio… Avrei voluto chiederti cosa prendi per colazione… Caffè o tè? Latte, biscotti o preferisci il pane? Ahhhh! Non immaginavo rimanessi a dormire quindi ho soltanto quei biscotti che fa mia madre. Buonissimi! Te ne ho parlato quando siamo stati insieme in quell’incontro sul cibo vegano… Secondo me non te lo ricordi! Hai criticato tutto! Avrei anche voluto chiederti se veramente hai desiderato rimanere a dormire ma… non mi hai dato il tempo… Già dormi! E poi… tra poco è domenica quindi… Pranziamo insieme? Ho notato che ti piace il cinema quindi, se non potessi pranzare, si potrebbe decidere per un cinema di pomeriggio… Fa talmente caldo che non è male stare al fresco in una sala cinematografica… Infatti… Mi dispiace che tu non voglia andare al mare perché non sarebbe male… ma no… ho capito male… È di giorno che tu non vai al mare ma di sera, il mare ti piace… Vero? Mi sembra di parlare tra me e me… Sai che non ci posso credere che tu dorma… Stai fingendo? Vediamo… Vediamo se ti tento… Tu mi piaci… (Lunga attesa) Non dici niente? (Attesa lunghissima) Sei una bellissima sorpresa! Io come ti sembro? (Silenzio profondo) Non funziona… Va bene! Te la sei proprio cercata! (Sussurrato all’orecchio altrui) Ti voglio bene!
-Anche io.
-Ahhhh! Lo sapevo lo sapevo!!! Non dormi!
-Mi piace il tè, vanno bene i biscotti di tua madre, mi ricordo dell’incontro falsamente vegano, mi sembri splendido, sei anche tu una bella sorpresa, ok per il pranzo e per il cinema ma… Non ho finto!
-E perché non hai risposto?
-Ho sonno.
-Perché?
-Ma che domanda è?
-Ma no! Non puoi avere sonno! Non abbiamo molto tempo… Dobbiamo dormire poco!
-Io non dormo molto…
-Allora devi dormire meno!
-Perché?
-Ci abbiamo messo troppo tempo per incontrarci, incominciano i tempi di recupero!
-Ti prego no! Questa premessa alla nostra età non è accettabile!
-Invece lo è a qualsiasi età!
-Dammi una ragione è prometto che non mi addormento…
-È l’unico modo di dormire senza addormentarsi.
-Non ti seguo e ho sonno…
-Fallo quando vuoi ma chiariamoci prima… Senza interrompe quello che sta succedendo!
-Cosa sta succedendo?
-Ci stiamo volendo bene, siamo svegli…

Provenza, nelle albe delle prospettive. 2014 – Maria A. Listur

 

“All animals are equal, but some animals are more equal than others.”

George Orwell

-Are you sleeping? (Silence) Already sleeping? (Silence) What a wonderful thing to sleep fast! I can’t… I would like to do as you do, even though to tell the truth you didn’t seem a heavy sleeper! You are sleeping!… Are you sleeping? Well yes… you are. I wanted to tell you many things… Well… I will tell you tomorrow… Let’s hope everything goes well when you wake… I wanted to ask you what you have for breakfast Coffee or tea? Milk, cookies or you’d rather like bread? Ahhhh! I didn’t expect you would stay so I have only those cookies that my mother does. Very good! I have told you about them when we went together to that meeting on vegan food… I think you don’t remember it! I would have like to ask you if you really wanted to sleep over but… you haven’t given me the time… You are already sleeping! And then… it’s almost Sunday so… Shall we have lunch together? I have noticed that you like the cinema so, if you could not eat, we could decided for a movie in the afternoon… It’s so hot that is not so bad to stay cool in a movie theater… As a fact… I am sorry that you don’t want to go to the sea because I wouldn’t be bad but in the evening, you like the sea…Right? It seem I am talking to me myself… You know I can’t believe you are sleeping… Are you pretending? Let’s see… Let’s see if I can feel you… I like you… (Long pause) You are not going to say anything? (Very very long pause) You are a surprise! How do I look? (Profound silence) It’s not working… Al right! You have asked for it! (Whispering in the other’s ear) I like you!
-Me too.
-Ahhhh! I knew it!!! You are not sleeping!
-I like tea, your mother’s cookies are fine, I remember of that false vegan meeting, You are splendorous, you are also a wonderful surprise, al right for lunch and the movie but… I haven’t finished!
-Why didn’t you answer?
-I am sleepy.
-Why?
-What question is that?
-But no! You can’t be! We don’t have a lot of time… We have to sleep little!
-I don’t sleep much…
-Then you have to sleep less!
-Why?
-It took us too long to meet, now is recover time!
-No please! This premise at our age is not acceptable!
-It is too at any age!
-Give me a reason and I promise you I won’t fall asleep…
-It is the only way to sleep without falling asleep.
-I don’t follow you and I am sleepy…
-Do it as much as you want but let’s clear one thing… Without interrupting what it is happening!
-What is it happening?
-We are liking each other, we are awake…

Provence, in the dawn of the perspectives. 2014 – Maria A. Listur

Divezzamento/Unweaning

Passata da mondo a mondo
Rimangono costanti:
Frasi pendolari
Parole incerte
Futuri da seminare
Tutti i giorni e ogni nottata
Calore di sperma nuovo
Lettere, galatei, cifre
Sobbalzi del cuore
Segni, altre lingue
Fallimenti e bagliori
Spazi, ali nello stomaco
Congratulazioni
Territori, sbornie, confidenze
Ringraziamenti
Suoni, sapori incerti
Ignoranza, salvaguardia
Nuove fragranze
Ancora nessun pentimento.
E Tu che dietro quel seno
mi concedesti il primo banchetto.

Rete-I

Rete 1 – 2014 – Maria A. Listur

Roma, da dove è arduo
fuorviare prospettive.
2014 – Maria A. Listur

 

Unweaning

Switched from world to world
They remain constant:
Pendular sentences
Uncertain words
Futures to seed
Everyday and each night
Warmness of new sperm
Letters, etiquettes, numbers
Pitching of the heart
Signs, other languages
Failures and glares
Spaces, wings in the stomach
Congratulations
Lands, drunks, confidences
Acknowledgements
Sounds, uncertain favors
Ignorance, protection
New fragrances
Still no remorse.
And you that behind that breast
granted me the first banquette.

Rome, from where it is arduous
to mislead perspectives.
2014 – Maria A. Listur