ELOGIO DEL DISTACCO/EULOGY OF THE SEPARATION

Nel modo dei petali, sicuri.
Parte, purezza e voluttà
del fiore. Che senza nesso
restano uniti nel vezzo
incantato della distanza.

Rete-V

Rete V – 2014 – Maria A. Listur

Roma, mentre si alzano le tende.
2015 – Maria A. Listur

 

EULOGY OF THE SEPARATION

In the world of the petals, confident.
Part, purity and voluptuousness
of the flower. That without connection
they remain united in the affectation
enchanted in the distance.

Rome, while the curtains raise.
2015 – Maria A. Listur

Divezzamento/Unweaning

Passata da mondo a mondo
Rimangono costanti:
Frasi pendolari
Parole incerte
Futuri da seminare
Tutti i giorni e ogni nottata
Calore di sperma nuovo
Lettere, galatei, cifre
Sobbalzi del cuore
Segni, altre lingue
Fallimenti e bagliori
Spazi, ali nello stomaco
Congratulazioni
Territori, sbornie, confidenze
Ringraziamenti
Suoni, sapori incerti
Ignoranza, salvaguardia
Nuove fragranze
Ancora nessun pentimento.
E Tu che dietro quel seno
mi concedesti il primo banchetto.

Rete-I

Rete 1 – 2014 – Maria A. Listur

Roma, da dove è arduo
fuorviare prospettive.
2014 – Maria A. Listur

 

Unweaning

Switched from world to world
They remain constant:
Pendular sentences
Uncertain words
Futures to seed
Everyday and each night
Warmness of new sperm
Letters, etiquettes, numbers
Pitching of the heart
Signs, other languages
Failures and glares
Spaces, wings in the stomach
Congratulations
Lands, drunks, confidences
Acknowledgements
Sounds, uncertain favors
Ignorance, protection
New fragrances
Still no remorse.
And you that behind that breast
granted me the first banquette.

Rome, from where it is arduous
to mislead perspectives.
2014 – Maria A. Listur

Rete & Reticolati/Net & Webbed

-Stai dubitando di me?
-Logicamente!
-Non puoi! Sono tua amica da anni!
-E che vuol dire? Ci sono un sacco di donne che vanno al letto con il marito delle amiche!
-Stai esagerando! Io non sono andata al letto con nessun marito!
-Perché non l’ho sposato?
-Perché non è neanche tuo fidanzato!
-Ci sei andata!
-Per favore…
-Stiamo parlando di un uomo importante della mia vita!
-Da quando? Da tre giorni? Da quando ti ha chiesto l’amicizia su Facebook?
-Stronza! Stronza! Stronza!
-Ora ti calmi e ragioni!
-Ti voglio morta!
-Sono felice di sapere che non hai poteri ultra umani!
-Non fare la spiritosa e mi spieghi perché hai parlato con lui al telefono!
-La verità?
-Tutta!
-Sei sicura di poter reggerla?
-Sono sicura di poter dirti addio per sempre.
-E perché?
-Perché sei una traditrice, una grandissima ipocrita!
-Bene… Mi ha chiamato perché voleva il telefono di un mio carissimo amico – non di Facebook naturalmente – che esercita la professione d’avvocato nell’area dei diritti civili.
-Menti!
-Se la nostra amicizia ti risulta talmente ingombrante da dovermi insultare per concludere la relazione, fa quello che necessiti ma, accetta che la tua gelosia non ti lascia vedere quello che veramente è successo.
-Io non ti credo.
-Perché?
-Perché so benissimo che in ogni situazione, sei tu quella che piaci… Il premio va a finire sempre a te!
-Sicura?
-Sicura.
-E hai aspettato quindici anni per dirmelo?
-Beh… Non trovavo le parole… Non riuscivo a essere…
-Si chiama integrità o sincerità… Comunque non sono andata a letto né con tuo marito… E neanche con il nano di Facebook!
-Come sai che è nano?
-Altrimenti non ti piacerebbe…
-Mi stai insultando!
-Sì.
-Sai cosa ti costa tutto questo vero?
-Lo so! Mi costerà sopportare il ricordo di mia madre in un attacco di gelosia e invidia, sopportare le tue scuse domani, sopportare la cena che mi preparerai per dirmi che hai perso la testa per uno sconosciuto!
-Invece questa volta non ti chiederò scusa!
-Me le chiederai perché, come dice mia madre, “el efecto menopausico” non può essere vero!

Roma, “effetto Facebook”, tra vecchie! 2013 – Maria A. Listur

 

Net & Webbed

-Do you doubt me?

-Of course!
-You can’t! I’ve been your friend for years!
-And what does that mean? There are a lot of women who go to bed with their girlfriends husbands!
-You are exaggerating! I didn’t go to bed with no husband!
-Because I didn’t marry him?
-Because he is not even your fiancé!
-So you did!
-Please…
-We are talking about a man who is important in my life!
-Since when? Three days ago? Since he asked friendship to you on Facebook?
-Bitch! Bitch! Bitch!
-Now you just calm down and think!
-I want you dead!
-I am glad to know you don’t have ultra human powers!
-Don’t be silly and explain to me why you talked on the phone to him!
-The truth?
-All of it!
-Are you sure you can put up with it?
-I am sure I can say to you goodbye forever.
-And why?
-Because you are a traitor, you big hypocrite!
-All right… He called me because he wanted the phone number of a very dear friend of mine – obviously not from Facebook – who practice his profession as a lawyer in the civil rights area.
-You are lying!
-If our friendship is so much inconvenient to you that you have to insult me to end the relation, do what you need to do but, accept that your jealousy doesn’t allow you see what really happen.
-I don’t believe you.
-Why?
-Because I know very well that each time, you are the one who is liked… You always get the prize!
-Sure?
-Sure.
-And you waited fifteen years to tell me that?
-Well… I couldn’t find the words… I couldn’t be…
-It is called integrity or sincerity… Anyhow I didn’t go to bed neither with your husband… nor with the Facebook midget!
-How do you know he is small?
-You wouldn’t like him otherwise…
-You are insulting me!
-Yes.
-You do know what this is going to cost you don’t you?
-I do! It’ll cost me the bearing of the memory of my mother in one of her bouts of jealousy and envy, stand your excuses tomorrow, stand the dinner you’ll cook for me to tell me that you have lost you mind for a stranger!
-This time I am not going to apologize!
-You will because, as my mother says, “the menopause effect” cannot be real!

Roma, “Facebook effect”, among oldies! 2013 – Maria A. Listur