Sovrana/Supreme

I miei mondi sono persone.
Nazioni di corpo.
Boschi di sguardi.
Le mani fanno bandiere.
E senza mappature…
Tracciano labirinti!

Alcuni furono abbracci,
Quasi territori.
Sembrarono assai costanti.
I loro addii? Terremoti!
Dallo spirito, esiliati.
Indigenti di cerimonia.
Mancanti di congedo.
Senza memoria…

Altri sono isolotti.
A prova di uragani.
Lanterne guida.
Nettuni illuminanti
Guidano il ritorno,
Nel nostro mondo.

Mondi-5-7

Mondi – 5/VII – 2013 – Maria A. Listur

Roma. Indescrivibile e Tiepida
2013 – Maria A. Listur

 

Supreme

My worlds are people.
Nations of body.
Forests of glances.
My hands make flags.
And without mappings…
Tracing labyrinths!

Some were embraces,
Almost territories.
Seeming rather constant.
Their farewells? Earthquakes!
From the soul, exiled.
Indigents of ceremony.
Lacking of envoy.
Without memory…

Some others are cays.
Hurricane proof.
Lanterns for guidance.
Illuminated Neptunes
They guide the return,
In to our world.

Rome, without even a gasp of coldness
2013 – Maria A. Listur