Dipendenza/Dependency

-Non trovi che tradirti sia stata la cosa più facile da fare?
-Sono soltanto suo socio.
-Gli stavi proponendo un miglioramento.
-Sì.
-Associarsi a chi facilita la nostra realizzazione è tutto un impegno…
-Ti è mai capitato?
-Più volte.
-Mi dispiace tanto.
-La tua esperienza o la mia?
-Mi lamentavo della mia come riflesso della tua!
-Ti fa sentire meno solo?
-Gli specchi aiutano.
-Pena che si ripetano… Ma, alcune conoscenze sulle origini della nostra vita alleggeriscono certi dolori.
-Genesi?
-Embriologia.
-Da quale prospettiva?
-Terapia Craniosacrale Biodinamica.
-Hai qualcosa da leggermi?
-Certo, Michel Shea:

“Il campo della cosiddetta neuroscienza affettiva si occupa del processo di auto-regolazione dalle emozioni che nasce da una relazione, chiamata “attaccamento” tra la madre e il bambino, e che non è precostituito esclusivamente dalla struttura genetica del cervello del neonato. Oggi si sa che il cervello cresce e si sviluppa in relazione con la figura materna dal concepimento fino almeno all’adolescenza. La ricerca della relazione durante l’intera vita è quindi un impulso fondamentale negli esseri umani.
( … ) Nella pratica biodinamica è essenziale comprendere il principio della formazione di un’autonoma consapevolezza di testimone nella corteccia orbito-frontale nel neonato come funzione della relazione tra l’infante e la madre. Da questo sviluppo dipendono l’auto-regolazione delle emozioni e l’autonomia nella vita.”

-Ti dò la sensazione di essermi associato a un embrione?
-No. Penso che regolare l’attaccamento verso il tuo socio sia un grande lavoro quindi, soffri.
-In questa prospettiva dovrei augurargli di nascere…
-Io penserei piuttosto alla mia di nascita.

Roma, caleidoscopio rinnovato e maestro. 2013 – Maria A. Listur

 

Dependency

-Don’t you think that betraying you has been the easiest thing to do?
-I am only his associate.
-You were proposing him an improvement.
-Yes.
-To associate with who facilitates our realization it is a big commitment…
-Has it ever happen to you?
-Many times.
-I am very sorry.
-For my experience or yours?
-I was complaining about mine as a reflection of yours!
-Does it make you feel less alone?
-Mirrors do help.
-Too bad they repeat… But, some knowledge about the origins of our life lightens some sorrows.
-Genesis?
-Embryology.
-From which perspective?
-Biodynamic Craniosacral Therapy.
-Do you have anything to read me?
-Sure, Michel Shea:

“The field of the so called affective neuroscience deals with the process of auto-regulation of the emotions that it is born from a relation, called “attachment” among the mother and the baby, and that it is not pre originated exclusively by the genetic structure of the brain of the newborn. Today it is known that the brain grows in relation with the mother figure from conception until adolescence at least. Therefore the search for the relation during the whole life is a fundamental impulse in human beings.
( … ) In the biodynamic practice it is essential to understand the principle of the formation of an independent awareness of testimony in the orbitofrontal cortex in the newborn as a function of the relation between the infant and th
e mother. Self-regulation of the emotions and independence in life depend on this development.”

-Am I giving you the impression that I am associated with an embryo?
-No. I think that to regulate the attachment to your associate is a big job therefore, you suffer.
-In this perspective I should wish him to be born…
-I’d rather think about my own birth.

Rome, renewed kaleidoscope and main. 2013 – Maria A. Listur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...